chiesa MB

___

Lo studio del colore per la Chiesa dedicata a Maria Bambina non si limita a proporre una tinteggiatura banale, in quanto la natura del luogo richiede un’attenzione particolare. Entrando nella chiesetta ci si trova spesso circondati da decine di veli bianchi chini, i cui pensieri sembrano riecheggiare nell’ambiente: la Chiesa è come una grande scatola, severa, ordinata, piena di pensieri e preghiere che salgono al cielo, come grandi bolle.

L’intervento per la sagrestia prevede di abbassare visivamente i soffitti, molto alti e poco belli, utilizzando il blu oltremarino, un colore prezioso ottenuto originariamente con il lapislazzulo ed utilizzato tradizionalmente per gli elementi particolarmente importanti, come il manto di Maria.

La proposta progettuale per la Chiesa è quella di renderla visivamente “più morbida e femminile”, accentuando l’elemento sacro e prezioso, trovando un modo semplice e pulito per rappresentare i pensieri e le preghiere che salgono, mentre ciò che ci viene dato dall’alto scende verso di noi: pochi tocchi di blu e oro uniti a molto bianco-avorio, non distolgono l’attenzione dalle opere presenti, ma illuminano e riscaldano visivamente lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *