casa MV

___

Casa MV è come uno scrigno della memoria recuperato direttamente dal passato, giunto fino a noi restando immutato nel tempo con il suo linguaggio e i suoi elementi tradizionali: la pietra con cui sono fatte le murature, il legno del tetto, del loggiato e dei portoni, i contorni e le inferriate alle finestre, il lastricato in pietre locali del cortile, il tutto conservato a testimonianza di quel racconto. L’obiettivo del progetto è mantenere la struttura originaria a corte, unendo le funzionalità contemporanee e i nuovi percorsi, in modo tale che una volta attraversato il portone d’ingresso, entrando nel cortile, si abbia la sensazione di entrare in un mondo diverso, in cui echeggiano i ricordi del passato.

Il progetto nasce dalla volontà di costruire un ambiente riparato e protetto, che permetta ai propri abitanti di ritrovarsi e sentire quel senso di appartenenza che solo a casa propria si può sentire: l’edificio è come un guscio di noce, chiuso ed ermetico verso nord, ma aperto sul panorama naturale verso sud. Questa conformazione permette di proteggere l’edificio dai vari agenti atmosferici nel corso di tutto l’anno: la chiusura verso nord ripara dal vento freddo dell’inverno, mentre l’aperura verso sud lascia filtrare il sole e la brezza estiva, con possibilità di riparo all’ombra del portico e della loggia. Tradizione e innovazione si mescolano, mentre la componente naturale entra all’interno dell’abitazione, utilizzando il legno che amplifica le superfici salubri capaci di attivare il benessere e ridurre gli agenti nocivi.

Il progetto è attualmente in corso.

la casa sull’albero

___

La Casa sull’Albero è un piccolo riparo di montagna, in cui si è scelto di affidare a materiali naturali e grezzi la descrizione degli spazi, funzionali, caldi e flessibili nell’utilizzo. Legno, pietra e metallo plasmano gli ambienti interni, narrandoli attraverso un racconto dagli accenti rustici e tradizionali, ma dal retrogusto contemporaneo. Il progetto è attualmente in corso.

+1.000 mt – racconti dal bosco

___

Con la ripresa delle lezioni, due nuovi componenti d'arredo della linea +1.000 mt firmata bellinelliarchitetti entrano a far parte della Bilingual British School di Scanzorosciate (BG).

+1.000 mt è pensato per avvicinarsi agli spazi dei bambini con forme rassicuranti, leggibili e riconoscibili, e li accompagna nella vita, trasmettendo loro i principi e i benefici di salubrità, biocompatibilità e benessere indoor: vivendo in un ambiente salubre, i bambini ne godono gli effetti, imparano ad apprezzarli ed una volta adulti non potranno che richiedere ambienti salubri, generando un moto virtuoso.

+1.000 mt è un prodotto completamente personalizzabile nelle combinazioni, nei materiali e nelle finiture, per questo non è presente un catalogo e non viene tenuto un campionario. Le infinite possibili combinazioni si possono suddividere in quattro possibili soluzioni: da appoggio, da parete, da soffitto, da piantana. Potete contattarci ed esporci le vostre esigenze: in brevissimo tempo vi forniremo una quotazione senza alcun impegno, oltre alla possibilità di vedere, toccare ed annusare i materiali … per poter scegliere il vostro racconto.

ph © Giuseppe Bellinelli e Studio Fotografico Sala
realizzazione a cura di VALSERIANA CUCINE | www.valserianacucine.com

fiorme | fiemme 3000

___

Il prossimo 15 luglio bellinelliarchitetti con il suo progetto FIORME ideato per Disegno Dilegno sarà premiato insieme agli altri 10 finalisti del concorso di design indetto da FIEMME 3000.

La casa è il luogo delle emozioni, degli affetti, dei momenti più importanti che il tempo ti regala. Per questo FIORME, riprendendo la struttura di una casetta in legno pregiato, raccoglierà storie e oggetti di piccoli e grandi. Salubrità, biocompatibilità e benessere indoor sono le parole d’ordine per un arredamento a misura di bambino.

architettura del corpo

___

L’architettura in tutte le sue sfumature, dalla dimensione urbana a quella dell’interior design, che bellinelliarchitetti si impegna a proporre e promuovere è sviluppata attorno all’idea di offrire un benessere ampio, dove gli ambienti si costruiscono su misura delle azioni che in essa si possono e si vorranno fare. Un’architettura quindi comoda, luminosa, spaziosa, aperta verso l’esterno, sana, attenta al contesto, al clima, alle stagioni e che interagisce con i suoi abitanti attraverso i sensi, per favorire un più ampio abitare.

finally at home

___

Finally at home, progetto d’interni realizzato per CASA PM, racconta con quelle tre semplici parole il desiderio di personalizzare e rendere propria un’abitazione appena acquistata: alla base di tutto c’è quella voglia di provare l’insieme indescrivibile di sensazioni che si hanno quando si varca la soglia di casa, quel un senso di protezione, sicurezza e quiete che raramente si può trovare altrove, quel sentirsi finalmente a casa.

Le nuove residenze di via Campari, progettate nell’ambito del recupero dell’area ex Campari, curato da Mario Botta e Giancarlo Marzorati, sono l’eccezionale l’involucro di CASA PM: gli ambienti interni si presentavano come una perfetta tabula rasa, un white cube di infinite possibilità progettuali, sul quale è stato particolarmente interessante intervenire dal punto di vista dello studio del colore e dell’illuminazione. Ogni ambiente della casa è stato analizzato nella propria composizione spaziale e distributiva, osservando attentamente le caratteristiche dell’illuminazione naturale ed artificiale, per proporre una gamma cromatica che permettesse di trasformare visivamente gli spazi con un segno distintivo.

Qui proponiamo alcune riflessioni spaziali e schizzi di progetto, nell’attesa di completare i lavori e poter finalmente dire finally at home.