specie di spazi

book review: Georges Perec, Specie di spazi

___

Lo spazio è un dubbio, è il dubbio dei luoghi che non esistono più. Occorre fermarli, conquistarli, trattenerli. Occorre scrivere, perché scrivere significa cercare meticolosamente di trattenere qualcosa. Ho cominciato da parecchi anni a fare l’inventario di tutti i luoghi dove ho dormito. Mi piace restare steso sul mio letto e guardare placidamente il soffitto. Ma nessuno si interessa più ai soffitti. Specie di spazi appartiene tutto alla sfera di questo tentativo, operato attraverso l’inventario dei diversi tipi di spazi: dal piccolo al grande, dal vicino al lontano, dal concreto all’astratto.
[cit. George Perec]

la grammatica dei sapori

book review: Niki Segnit, La Grammatica dei Sapori e delle loro infinite combinazioni

___

Il rosmarino ha sentori di eucalipto simili a quelli della salvia, sebbene contenga più note di pino e fiori e sia più dolce. Le varietà sono numerose, alcune a portamento eretto, altre prostrato. Tra quelle particolarmente consigliate per il sapore sono Tuscan Blue, con aroma delicato di pino e limone, Spice Island, con accenni di chiodi di garofano e noce moscata, Sissinghurst Blue, con un particolare sentore di fumo che sembra chiedere di essere gettato sul barbecue. Il rosmarino ha un ottimo sapore anche quando è essiccato ma assume il classico gusto di fieno che hanno tutte le erbe aromatiche secche, perdendo la complessità del fresco. Partner classico per agnello e formaggio di capra, garantisce anche alcuni accostamenti eccellenti con dolci di cioccolato, arancia o limone.
[cit. Niki Segnit]

architettura e felicità

book review: Alain de Botton, Architettura e Felicità

___

Il concetto gli edifici che parlano ci aiuta a porre al centro dei nostri dubbi architettonici il problema dei valori in base ai quali vogliamo vivere la vita, e non solo quello dell’aspetto estetico delle cose. John Ruskin suggerì di cercare due cose nei nostri edifici: che ci diano riparo e che ci parlino - ci parlino di tutto ciò che noi riteniamo importante e vogliamo ricordare.
[cit. Alain del Botton]